lunedì 24 giugno 2013

Gianni Lannes: "In arrivo dossier Vendola-Marcegaglia"

Gianni Lannes ha pubblicato nel mese di giugno 2013 tre articoli sul suo blog Su la Testa!, linkati qui sotto, in cui si sostiene la sostanziale nullità di tutto l'iter che ha portato all'autorizzazione dell'inceneritore ETA-Gruppo Marcegaglia nelle campagne fra Manfredonia e Cerignola (Borgo Tressanti), in provincia di Foggia. Il cuore dell'argomentazione sostenuta da Lannes da anni ormai è che l'accordo di programmma (con cui la Regione Puglia ha dichiarato la pubblica utilità della variante urbanistica dei suoli dell'inceneritore da agricoli ad industriali, baipassando il PRG comunale) sia stato promosso dalle controparti (Enti pubblici e impresa) senza, ovvero prima, di avere una formale disponibilità dei suoli, bensì solo dal giorno 8 ottobre 2004 (come risulta dalla visura catastale storica, non allegata agli articoli sopra menzionati). Tale accordo di programma tra Regione Puglia e Comune di Manfredonia, si ricorda, è stato sottoscritto in data 24 giugno 2003 ed approvato definitivamente dall'ufficio urbanistica regionale con firma del presidente pugliese Raffaele Fitto il 25 febbraio 2004. Questi i nuovi post: 1) PUGLIA: LA MAFIA DI COLLETTI BIANCHI E INCENERITORI DI RIFIUTI MARCEGAGLIA 2) INCENERITORE DI RIFIUTI: LE CARTE TRUCCATE DEL CLAN MARCEGAGLIA E DELLA POLITICA 3) INCENERITORI DI RIFIUTI: LE ILLEGALITA' DI FITTO, VENDOLA & MARCEGAGLIA Altra novità contenuta in questi articoli è quando si parla della complessa figura di Paride De Masi, il quale sarebbe stato per un periodo successivo al 2005 presidente del CDA di ETA, a quanto risulta dalla scansione di un atto notarile presente nel secondo dei post del blog. Lo stesso De Masi sarebbe coinvolto in altri affari relativi a "biomasse" in Puglia, precisamente a Casarano nel Salento (progetto Heliantos). Infine, nel terzo degli articoli di Gianni Lannes si annuncia l'imminente arrivo di un dossier a firma del giornalista, oltre che di un esposto che sarebbe possibile sottoscrivere scrivendo al blog.

domenica 23 giugno 2013

Frase di Bertrand Russell

Il nostro mondo ha fatto germogliare uno strambo concetto di sicurezza ed un senso distorto della moralità. Le armi sono protette come tesori e i bambini sono esposti all'incenerimento (Our world has sprouted a weird concept of security and a warped sense of morality. Weapons are sheltered like treasures and children are exposed to incineration.).
Bertrand RUSSELL, matematico e filosofo.

Altra proroga ai CIP6 col "Decreto Fare". Tace l'Europarlamento

Un regalo agli inceneritori costruiti negli ultimi otto anni: http://qualenergia.it/articoli/20130622-decreto-fare-rispunta-la-robin-tax-e-c-%C3%A8-un-regalo-agli-inceneritori Tutto ciò mentre sono ancora pendenti le interrogazioni dell'europarlamentare Sonia Alfano, per cui Bruxelles non ha ancora - incomprensibilmente - riconosciuto ufficialmente il segreto di Pulcinella dell'immondizia italiana in Europa: i CIP6 sono aiuti di stato concessi alla potente lobby dei "termovalorizzatori"!

AGGIORNAMENTO 2014:
Il Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, ha firmato il 31 gennaio il decreto sulle nuove modalità di determinazione del cosiddetto CEC, ossia il parametro rappresentativo del costo evitato di combustibile che viene utilizzato per definire la remunerazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti in convenzione Cip 6/92, alleggerendo di fatto il loro peso in bolletta. (http://www.qualenergia.it/articoli/20140204-decreto-cip-6-meno-peso-bolletta-ma-resta-il-regalo-agli-inceneritori)


Per approfondire: http://noinceneritoretressanti.blogspot.it/2011/12/linterrogazione-di-sonia-alfano-sui.html

mercoledì 19 giugno 2013

Autorizzato in via definitiva l'inceneritore a Sant'Agata

Articolo di Lannes: http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/06/puglia-altri-inceneritori-di-rifiuti.html Autorizzazione Unica sul sito dell'assessorato allo sviluppo economico della Regione Puglia: http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/AutorizzazioneUnica?id=32322 Tutti i post di questo blog sulla centrale di Sant'Agata sono disponibili cliccando sotto sull'etichetta "Sant'Agata di Puglia". L'impianto si è già aggiudicato gli incentivi verdi sulla base delle aste ministeriali: http://www.gse.it/it/salastampa/news/Pages/Graduatorie-registri-e-aste.aspx Molto spesso, però, questi impianti, specialmente se di grossa taglia come questo (che è il più grande previsto in Puglia, ben due volte quello ETA-Marcegaglia a Manfredonia-Borgo Tressanti) sono in deficit di materia prima, per cui devono attingerla fuori regione. Ti può interessare anche: SCANDALO CENTRALE BIOMASSE: IN MANETTE DARIO SCOTTI